Apr
14
8:30 PM20:30

+SenSìBILI

pakta.JPG

PACTA SALONE via Ulisse Dini, 7 - linea verde MM2 Abbiategrasso

Domenica 14 aprile alle 20.30

Installazione a cura di Fulvio Michelazzi e Maurizio Pisati

Viaggio verso il buio ed il silenzio. Frequenze acute e gravi, non udibili dall’orecchio umano fanno vibrare il nostro corpo. Frequenze ai limiti dello spettro, invisibili all’occhio restano impresse nella memoria.

PACTA SALONE via Ulisse Dini, 7 - linea verde MM2 Abbiategrasso

Sunday 14th April, 8.30pm

Installation cured by Fulvio Michelazzi and Maurizio Pisati

A trip towards the darkness and silence. Acute and deep frequencies,

Per ulteriori informazioni:

promozione@pacta.org

View Event →
Apr
12
9:00 PM21:00

La luce delle stelle

53297066_277068196543551_4886748325497274368_n.jpg
53676910_296651474337460_2766460973056262144_n.jpg

Porticato Micrò - (Chiesa di Santa Maria alla fonte)

Venerdì 12 Aprile dalle 21.00 alle 24.00

Da sempre la luce riveste un vivo interesse nell’ambito della filosofia naturale e della ricerca scientifica. In epoca moderna, la scienza si interroga sulla natura stessa della luce: cos’è la luce? E come è composta? Due differenti scuole di pensiero invadono il panorama scientifico proponendo diverse visioni circa la composizione della luce: la teoria corpuscolare e la teoria ondulatoria. Nell’opera “Opticks” Sir Isac Newton, tra i più influenti scienziati di tutti i tempi, si fa portavoce della teoria corpuscolare, formulando l’ipotesi che la luce sia composta da particelle molto leggere. La presentazione iniziale del suo lavoro alla Royal Society stimola un'aspra disputa tra Newton e Robert Hooke, che invece supporta l’avversa teoria ondulatoria, secondo la quale la luce sarebbe a tutti gli effetti un’onda che si propaga nell’etere. Sarà sempre la luce, la “protagonista” di un’altra teoria che, nel 1905, contribuisce allo sconvolgimento della visione classica della fisica moderna: la Teoria della Relatività ideata dalla mente geniale di Albert Einstein. Al giorno d’oggi, lungi dall’aver risposto a tutti i dubbi sulla sua natura, la luce rimane elemento chiave della ricerca scientifica ed astronomica contemporanea. È la luce che ci regala lo spettacolo mozzafiato del cielo stellato, immortalabile in stupende fotografie astronomiche. La luce che vediamo è l’esito di una propagazione energetica

avvenuta in un lontano passato. Osservare attraverso le pieghe del tempo la luce di ciò che fisicamente non esiste più. L’assenza come essenza dell’esistenza, un’allegoria della condizione Umana rispetto all’immensità dell’Universo.

Porticato Micrò - (Chiesa di Santa Maria alla fonte)

Friday 12th April, from 9 pm to 12 pm

A point to observe the star and find them in a closer way with Gruppo Astrofili Groane, which proposes a day of didactic in-depth analysis, sharing the equipment to observe the sky in the Milanese nights.

Light has always represented an important interest in natural philosophy and scientific research. In modern times, science asks the questions about the real nature of the light: what is the light? What makes up the light? Two different schools of thought propose two different visions about the light composition: the corpuscular theory and the wave theory. In the opera “Opticks", Isaac Newton, one of the most important scientists of all times, is the spokesperson of the corpuscular theory, saying that the light is composed of very light particles. His work opening presentation at the Royal Society creates a discussion between Newton and Robert Hooke, who supported the wave theory, which says that the light is a wave that spreads in the air. The light is still the protagonist in the 1905 Theory of Relativity by Albert Einstein; it is considered the classical vision disruption of modern physic. Nowadays, the light is still the key to contemporary scientific and astronomical research. The light donates us the extraordinary starry sky, captured in beautiful astronomical photos. The light that we see is the result of an energetic propagation, which happened in a very distant past.

The absence as the essence of the existence, an allegory of the human condition in relation to the vastness of Universe.

Per ulteriori informazioni:

info@gruppoastrofiligroane.org

View Event →
Apr
12
6:00 PM18:00

Progettare la luce

iacc.jpg

IACC Italia - Alzaia Naviglio Pavese, 274

Venerdì 12 aprile alle 18.00

In un mondo fatto di norme e regole progettuali, di tecnica, di elettronica di innovazione tecnologica, di sostenibilità ed efficienza energetica, Roberta d'Amico parlerà della forza della luce che, con il suo linguaggio semplice ed immediato,  rende piacevole, accogliente ed energetico un luogo di lavoro.

Gli oggetti illuminotecnici sono il mezzo che conferisce qualità all’ambiente di lavoro, ma è la luce che trasmette una sensazione, un’emozione rendendo unico quello spazio.

Una corretta soluzione illuminotecnica sta nella capacità di essere “intelligente”, di assecondare le esigenze visive individuali, di favorire un’esperienza emotiva dello spazio di lavoro. La luce che rilassa, aggiunge, attenua, arricchisce, esalta, aiuta, crea condivisione, crea attenzione e concentrazione.

Parleremo dell’importanza di creare scenari di luce differenti. Una luce che sappia stimolare o ridurre l’azione circadiana e che sappia aiutarci ad affrontare lunghe ore di lavoro alla scrivania.

IACC ITALIA - Alzaia naviglio pavese 274

Friday 12th April, 6 pm

In a world made by planning rules, technique, electronics, technological innovation, sustainability and energetic efficiency, Roberta D’Amico will speak about the light strength which, with its simple and immediate language, makes comfortable, welcoming and energetic a workplace.

The lighting devices are the means that gives the quality to the workplace, but the light is the one that transmits a sensation, an emotion making unique that space.

A correct lighting solution is a capability of being "intelligent", supporting the individual visive tasks, support an emotional experience in the workplace. The light relaxes, adds, attenuates, enriches, exalts, helps, creates sharing, create attention and concentration.

We will talk about the importance of creating scenery made by different types of light. A light that could stimulate or reduce the circadian action and that could help us to face long work hours.

Per ulteriori informazioni:

segreteria@iacc-italia.org

+39 3496637668

View Event →
Apr
11
to Apr 14

Dan Flavin

1498135992712286-cover (2).jpg
49906931_335371870406068_8760822541454901357_n.jpg

Santa Maria in Chiesa Rossa, via Neera 24 Abbiategrasso, green line MM2

Visite guidate opera Untitled by Dan Flavin:

11 aprile 2019 alle 19.30 - Johnny Dell’Orto

14 aprile 2019 alle 19.30 - Eleonora Fiorani

William-Basinski-Chiesa-di-Santa-Maria-Annunciata-in-Chiesa-Rossa-Milano-2017.-Photo-Delfino-Sisto-Legnani-1-1.jpg

Santa Maria in Chiesa Rossa, via Neera 24 Abbiategrasso, green line MM2

Tour at the opera Untitled by Dan Flavin:

Wednesday 10th April, 7.30 pm - Johnny Dell’Orto

Sunday 14th Aprile, 7.30 pm - Eleonora Fiorani

View Event →
Apr
11
to Apr 17

Premiazione The Bright Light

BRIGHT.jpg
aura-light.jpg

Biblioteca Chiesa Rossa - Via San Domenico Savio, 3

Giovedì 11 aprile alle 17.30

Premiazione del concorso dedicato ai giovani progettisti, indetto da Aura Light Italia in collaborazione con IACC Italia finalizzata alla realizzazione di una lampada per studi e uffici, attenta al benessere in luoghi di lavoro.

Tra i 18 ei 30 anni per partecipare alla luce e al colore nell'ambiente di lavoro, saluta i lavoratori e incrementandone l'efficienza, sappia gli apparecchi illuminano l'ambiente di lavoro più vivibile e confortevole, SIA funzionalmente che esteticamente. Al primo è un premio del valore di 3.000 Euro o un tirocinio della durata di 6 mesi presso Aura Light Italia. Al secondo classificato un premio del valore di 1.000 Euro.

Biblioteca della Chiesa Rossa - Via San Domenico Savio, 3

Giovedì 11 aprile, 17,30

Premiazione del concorso dedicato al giovane designer, presentato da Aura Light Italia in collaborazione con IACC Italia, finalizzato al progetto di una lampada per studi e uffici, all'attenzione della persona nei luoghi di lavoro.

Ai designer di domani dai 18 ai 30 anni, per promuovere un saluto più bello e più economico, Ampio. I dispositivi di illuminazione sono fatti per il luogo di lavoro più funzionale e confortevole. Il primo posto riceve un premio di 3.000 euro o uno stage di sei mesi in Aura Light Italia. Il secondo posto riceve una ricompensa di 1.000 euro.

Per ulteriori informazioni:

https://auralightitalia.com/concorsothebrightlight/

info@auralightitalia.com segreteria@iacc-italia.org   

3496637668

View Event →
Apr
11
5:00 PM17:00

La cucina dei colori

robbia+.jpg
campioni+colori.jpg

Telerie Montegani

Via Ludovico Montegani, 18

Giovedì 11 aprile alle 17.00

Laboratorio di tintura naturale con il colore estratto dalla radice della robbia su tessuti di fibre naturali a cura di Paola Barzanó, bio-architetto.

Siamo abituati a “vedere” il colore come un fattore estetico, come una tendenza, ma non a “sentirlo”, a percepire le sensazioni che ci trasmette. I colori naturali, per il loro intrinseco legame con il ciclo biologico al quale anche noi apparteniamo, suscitano un benefico coinvolgimento sensoriale.

La cucina dei colori é un laboratorio pratico di tintura dei tessuti con le piante legate alla tradizione tintòria del Mediterraneo, che insegna il colore attraverso tecniche antiche di estrazione e tintura delle fibre tessili con piante e vegetali eduli. Scopriremo insieme uno dei colori più affascinanti che la natura ci offre e impareremo a modularlo su tessuti di lino e seta per ottenere meravigliose tonalità, nel rispetto dell’ambiente.

Telerie Montegani

Via Ludovico Montegani, 18

Thursday 11th April, 5 pm

Natural dyeing Lab with colour extracted by the madder root on natural fibre cloth, cured by Paola Barzanò, bio-architect.

We used to "watch" the colour as an aesthetic factor, as a tendency, but we don't "feel" it and perceive the sensations that it transmits. The natural colours, for their intrinsic connection with the biological cycle, create a healthy sensorial involvement.

The cucina dei colori is a practical lab based on fabric dye with plants, which are tied to the Mediterranean dye tradition, that teach us the colour trough antique techniques according to the extraction and the dyeing of textile fibres and edible vegetables.

We will find out one of the most beautiful colour that nature gives us and we will learn how to modulate it on woven fabrics flaxes and silk to obtain magnificent shades, in accordance with nature.

For more information:

pbarzano@gmail.com

View Event →
APERTURA DESIGN+SENSIBILE
Apr
10
7:30 PM19:30

APERTURA DESIGN+SENSIBILE

  • 3 Via San Domenico Savio Milano, Lombardia, 20141 Italy (map)
  • Google Calendar ICS
Apertura+Design%2BSensibile.jpg

APERTURA DESIGN + SENSIBILE:

  • Mercoledì 10 aprile alle 19.30,

  • Chiesa di Santa Maria alla Fonte, via San Domenico Savio, 3

Concerto per corno di Alfredo Arcobelli e visite guidate alle installazioni.

La missione di Design + Sensibile è umanizzare il design per creare contesti sereni e vivibili da tutti, nel pieno rispetto del benessere e della dignità della persona di tutta la comunità.

DESIGN APERTURA + SENSIBILE

  • Mercoledì 10 aprile alle 17:00

  • Chiesa di Santa Maria alla Fonte , via San Domenico Savio, 3

Concerto corno di Alfredo Arcobelli e visite guidate alle installazioni.


La missione di Design + Sensibile è quella di umanizzare il design per creare contesti calmi e vivibili per tutti, nel pieno rispetto del benessere e della dignità della persona dell'intera comunità.

View Event →
Apr
10
to Apr 13

Birikì: illuminami sui diritti

BIRIKI.jpg
prt_200x200_1466444875.jpg
logoBiriki-1024x598.jpg
cartoline_550.jpg

Scuola per l’Infanzia di via Palmieri 24

Mercoledì 10 aprile dalle 15.00 alle 16.30

Porticato Micrò di via San Domenico Savio 3

Giovedì 11 e sabato 13 aprile dalle 16.30

Laboratorio di illustrazione a cura di Biriki (Bruna Ferrazzini) per avvicinare i bambini alla scoperta dei diritti umani con giocosità insegnando loro a costruire un percorso creativo per inventare un personaggio e una storia.

Ad ogni bambino verrà consegnato un kit unico e “speciale” creato appositamente per l’evento.

Il kit contiene un libretto e diverse forme di carta colorata che si potranno comporre in mille modi. I kit sono pensati come ispirazione per la creazione di un personaggio e di una storia sui temi dei diritti umani: il rispetto, l’uguaglianza, l’unicità. Dopo la prima fase di realizzazione del personaggio, i bambini inizieranno un dialogo tra di loro, attraverso una piccola intervista. L’idea dell’intervista è di farli entrare in modo giocoso nel percorso della costruzione di una storia, permettendo loro di ampliare la visione del personaggio in modo naturale e scoprirne le caratteristiche, i desideri e i sogni. Quando il libretto sarà completato, ogni bambino lo porterà con sé a casa.

Amphiteather of Gardens in Montegani Street

Wednesday 10th April, from 3 pm to 4.30pm

School for the Infancy of via Palmieri 24

Thursday 11th and Saturday 13th, from 4.30pm

The illustration lab, cured by Birikì (Bruna Ferrazzini), to put in contact children with the human rights discovery with jollity, teaching them how to create an interactive path to invent a character and a story.

A unique and “special” kit will be given to every child; it is specifically created for the event.

The kit contains a book and different coloured card forms, which they will put together in a thousand ways. The kits are thought as an inspiration for the creation of a character and a story based on human rights themes: the respect, the equality, the uniqueness. After the first realization phase, children will start a dialogue between them, through an interview. The purpose of this interview is making them enter in a playful way in a construction process, creating a story, permitting them to increase the vision of the character in a natural way and find his/her characteristic, desires and dreams. When the book will be completed, every child could bring it at home.

Per ulteriori informazioni:

+41 763759947 - biriki.ch

View Event →
Apr
9
6:00 PM18:00

ANTEPRIMA DESIGN+SENSIBILE

Auditorium laVerdi.jpg

Martedì 9 aprile alle ore 18.00, Sala Auditorium di Milano, corso San Gottardo, 51

Anteprima Design + Sensibile interagisce con associazioni, istituzioni pubbliche e private nell'organizzazione e nella promozione di mostre, convegni, conferenze e laboratori coerenti per proporre un "Fuorisalone diverso", che si rinnova ogni anno.

Inaugurazione SOGNI:

Mostra fotografica di Elena Givone SOGNI a cura di Denis Curti. Tra sogno sogno e realtà: fotografare la fragilità. La fotografia viene testimoniata da storie e di sogni che possono nascere attraverso la consapevolezza di cui "costringe" l'obiettivo.

Questa mostra vuole donare voce ai sogni, invitarci a farlo ancora una volta. Un atto di fiducia: chiudere gli occhi, lasciarsi andare, restare leggeri, senza preoccupazioni. Anche se sono dei bambini che vivono nelle favelas o in scenari di guerra. Oggi vieni, la lampada magica, diventa un'autentica sensazione di viaggio, realizzando il desiderio di condividere quei sogni e mantenerli vivi. Senza dimenticare che "vola solo chi osa farlo".

Dreams - mostra fotografica.jpg




View Event →
Apr
9
to Apr 14

DREAMS

  • 51 Corso San Gottardo Milano, Lombardia, 20136 Italy (map)
  • Google Calendar ICS
001_Magic_Lamp_web.jpg

INAUGURAZIONE DREAMS e Happening Fotografico con Elena Givone: Auditorium di Milano -martedì 9 aprile alle 18.00 , Corso San Gottardo, 51

ESPOSIZIONE DREAMS e Happening Fotografico con Elena Givone:

Auditorium di Milano - Dal 10 al 14 Aprile dalle 10.00 alle 18.00 , Corso San Gottardo, 51


DREAMS OPENING and Photo Happening with Elena Givone: Milan Auditorium - Tuesday 9 April at 6.00 pm, Corso San Gottardo, 51

DREAMS EXHIBITION and Photo Happening with Elena Givone:

Milan Auditorium - From 10 to 14 April from 10.00 to 18.00, Corso San Gottardo, 51

DSC3969.jpg

ESPOSIZIONE DREAMS:

Officine Milano - Dal 10 al 14 Aprile dalle 10.00 alle 18.00 , Via Francesco De Sanctis, 30

Officine Milano -Venerdì 12 aprile aperitivo e musica dalle 19.00


Mostra fotografica di Elena Givone DREAMS a cura di Denis Curti. Tra sogno sogno e realtà: fotografare la fragilità. La fotografia come testimone di storie e di sogni che possono nascere attraverso la consapevolezza a cui “costringe” l’obiettivo.

Questa mostra vuole donare voce ai sogni, invitarci a farlo ancora una volta. Un atto di fiducia: chiudere gli occhi, lasciarsi andare, restare leggeri, senza preoccupazioni. Anche se a farlo sono i bambini che vivono nelle favelas o in scenari di guerra. Oggi come ieri, la lampada magica, assieme ad altri strumenti, a bordo di un tappeto volante, permettono all’autrice di proseguire il viaggio, realizzando il desiderio di condividere quei sogni e mantenerli vivi. Senza dimenticare che “vola solo chi osa farlo”.

EXHIBITION DREAMS:

Officine Milano - From 10 to 14 April from 10.00 to 18.00, Via Francesco De Sanctis, 30

Officine Milano -Friday 12 April Aperitif and music from 7.00pm

Photograph exhibition by Elena Givone DREAMS, cured by Danis Curti. Between dream and reality: photograph the fragility. The photography as the witness of stories and dreams, which can born through the awareness to which is "forced" the objective.

This exhibition wants to give voice to dreams; it invites us to make it another time. An act of faith: close the eyes, loosen up, keep it light, without worries. Even if children do it most of all, the ones who live in favelas or in war scenery. Today as yesterday, the magic lamp, with other devices, abroad flying carpet, allow the author to continue the journey, fulfilling the wish of sharing that dreams and keep them alive. Without forgetting that “fly only those who dare to do it”.

Per ulteriori informazioni:

federica.berzioli@gmail.com

+39 3389998233

View Event →
È il corpo che illumina la città
Apr
9
to Apr 13

È il corpo che illumina la città

mmm.jpg
unnamed+%282%29.jpg
CID+TOKYO+2.jpg

Anfiteatro dei giardini di via Montegani, angolo via Palmieri

Martedì 9 e sabato 13 alle 17.00

Laboratorio a cura Claudia Belchior, ideatrice della Sambaterapia, pedagogista e danzaterapeuta.

L’obiettivo è portare ognuno a fare un’esperienza di comunicazione del proprio vissuto emotivo con la città. Sentire che le sensazioni come la rabbia possono diventare un'emozione come la forza e il piacere. La trasformazione dall’emozione alla comunicazione.

Il percorso inizia con la dolcezza del rilassamento, la forza della danza afro brasiliana, danza creativa e il samba.

Tutto questo per fare in modo che il corpo, la voce, un nuovo modo di comunicare e curare, nasca proprio dai movimenti dei corpi. La conclusione sarà fatta con una danza libera con i bastoncini al neon per rendere l’idea dell’illuminazione colorata.

Amphitheater of the gardens of via Montegani, corner of via Palmieri

Tuesday 9th and Saturday 13th April, 5 pm

Lab cured by Claudia Belchior, the creator of Sambaterapia, educationalist and dance-therapist.

The aim is to carry people to a communication experience about their communicative and emotional past with the city. Feeling sensation as anger can become a real emotion as strength and pleasure. The transformation from emotion to communication.

The route starts with the sweetness of relax, the strength of the Afro-Brazilian dance, creative dance and samba.

All this to allow that the body, the voice, the new way of communication and cure, are born from the movements of the body.

The conclusion will be a free dance with neon sticks to create the idea of coloured illumination.

Per ulteriori informazioni:

sambaterapia@hotmail.com

+39 3398966408

View Event →
Apr
9
to Apr 14

SPECIE PROTETTE

  • 28 Viale Toscana Milano, Lombardia, 20136 Italy (map)
  • Google Calendar ICS
Frontespizio FB Pane Q-IMMAGINE (1).jpg

PANE QUOTIDIANO ONLUS - Viale Toscana, 28

Dal 9 al 14 aprile dalle 14.00 alle 17.00

Mostra a cura di Nicoletta Veronesi e Alessandra Zucchi con Pane Quotidiano Onlus

In un fantastico “Giardino delle Meraviglie” saranno in mostra gli uccellini-scultura creati dai bambini degli utenti di Pane Quotidiano Onlus e dagli alunni di alcune scuole elementari di vicinato. Allestimento a cura di FiordiTortona e Fioraio Bollettini.

PANE QUOTIDIANO ONLUS - Viale Toscana, 28

From 9th to 14th April, from 2 pm to 5 pm

Exhibition cured by Nicoletta Veronesi and Alessandra Zucchi, with Pane Quotidiano Onlus

In a beautiful “Wonder garden” will be showed sculpture-birds created by children of Pane Quotidiano Onlus’ members and by primary school students. The setup made by FioridiTortona and Fioraio Bollettini.

Per ulteriori informazioni:

specieprotette1@gmail.com

www.facebook.com/tamtamspecieprotette

View Event →
Apr
9
to Apr 14

SACRA FAMIGLIA E I SUOI "NEG-OZI"

  • 30 Via Benaco Milano, Lombardia, 20139 Italy (map)
  • Google Calendar ICS
Foto per Neg-Ozi - Sacra Famiglia - FeelingFood.jpg

FEELINGFOOD MILANO - Via Benaco, 30

Dal 9 al 14 aprile dalle 11.00 alle 20.00

Oggetti realizzati con il lavoro, la pazienza e la precisione degli Ospiti dei Laboratori della Sacra Famiglia: una negazione dell’ozio che ha dato vita a quattro splendidi “neg-ozi”. A cura di Alessandro Guerriero e Giacomo Ghidelli.

Con i laboratori della Fondazione Sacra Famiglia, abbiamo realizzato quattro “neg-ozi” gremiti di prodotti finti che sono più veri di quelli veri: la macelleria, la pasticceria, il formaggiaio, la coltelleria. Ciascun “neg-ozio” è su un carretto che gira e girerà il mondo e che lo mette in mostra. Durante la settimana del design, i “neg-ozi” sono ospitati da FeelingFood Milano, dove saranno organizzate tre cene e aperitivi.

FEELINGFOOD MILANO - Via Benaco, 30

From 9th to 14th April, from 11 am to 8 pm

There are objects, which are realized thanks to the work, patient and precision of the Lab's Guests of Sacra Famiglia: an idleness denial that creates four beautiful "neg-ozi". This project is cured by Alessandro Guerriero and Giacomo Ghidelli.

Thanks the Sacra Famiglia Foundation's labs, we have created four "neg-ozi" full of false projects, which are more real than the real ones: butcher shop, pastry shop, cheese maker, and cutlery. Every "neg-ozio" is set on a cart, which travels and will travel the world and that showcases it. During the week design, FeelingFood Milano hosts the “neg-ozi”, where will be organized dinners and happy hours.

Per ulteriori informazioni:

federicag@feelingfoodmilano.com 

+39 3294091641

View Event →
Apr
9
to Apr 14

BROKEN SCREEN

  • 38 Via Giuseppe Meda Milano, Lombardia, 20141 Italy (map)
  • Google Calendar ICS
Broken Screen - Bar Lapsus.jpg
Broken+screen+02.jpg
Broken+screen+01.jpg

LAPSUS - Via Giuseppe Meda, 38

Dal 9 al 14 aprile

Dalle 10.00 alle 20.00

Mostra fotografica di Gaia Squarci a cura di Still Fotografia

“Hai mai visto uno schermo rotto? E’ come cercare di vederci 
attraverso. Quando arriva un fascio di luce lo vedi a frammenti, 
ed e’ difficile capire da dove provenga”.

Dale Layne (fotografo cieco del collettivo newyorkese SWPC)

Mostra fotografica Broken Screen della giovane Gaia Squarci, autrice italiana di base a New York. Un’inedita immersione all’interno della vita quotidiana di persone non vedenti e ipovedenti, nonché un’indagine visiva sulla diversa percezione della realtà che contraddistingue ciascun individuo.
«Mentre studiavo fotografia all’ICP di New York -racconta Gaia- mi sono accorta che la mia identità iniziava a prendere forma grazie al mio modo di vedere le cose. Ho iniziato a chiedermi: chi sarei se perdessi la vista? I ciechi vivono in un mondo che vede, segue codici visivi e si fonda sull’immediata, condivisa comprensione di segnali, e questo li porta a navigare un sistema che non e’ fatto per loro».
Affrontare un tema come l’assenza della vista in un progetto fotografico sembra un’impresa ambiziosa e a tratti paradossale, eppure le enigmatiche fotografie in bianco e nero di Gaia Squarci sono capaci di accompagnare lo spettatore, passo dopo passo, in un viaggio esplorativo del concetto di visione, innescando, al contempo, riflessioni estremamente attuali circa il potere detenuto dalle immagini oggi. Fotografie oniriche, a tratti crude, sempre misteriose introducono al senso e all’importanza della “coscienza visiva” che caratterizza ogni uomo, quel bagaglio di memorie, percezioni e impressioni dell’inconscio che determina la nostra particolare visione del mondo e, di conseguenza, la relazione con esso.

«Ho chiesto loro di guidarmi nelle loro vite, per svelare il divario tra il concetto di cecità come metafora e la sua realtà. Eliminata la sua aura di mistero, la cecità di tutti i giorni, quella che non si trova tra le parole di una canzone, fa spesso paura ed e’ tenuta a distanza».
Gaia Squarci.

Biografia
Gaia Squarci è una giovane fotografa e regista italiana, nata a Milano nel 1988. Dopo essersi laureata in Storia dell’Arte, si è trasferita a New York per studiare fotogiornalismo all’ ICP, International Center of Photography. Il suo lavoro in fotografia e video si concentra su progetti personali che 
partono da temi documentari. Gaia ha partecipato all’Eddie Adams workshop nel 2014 ed è stata nominata per lo Joop Swart Masterclass nello stesso anno. Nel 2015 il suo lavoro é stato selezionato per la mostra sui nuovi approcci alla fotografia reGeneration3, al Musée de l’Elysée a Losanna. I suoi clienti includono il New York Times, New Yorker, Time Magazine, Vogue, The Wall Street Journal, MSNBC e L'Oeil de le Photographie. É contributor dell’agenzia italiana Prospekt.  

Per ulteriori informazioni:

info@stilllove.it

www.gaiasquarci.com

View Event →
Apr
9
to Apr 14

SULLE TRACCE DI JOHN RUSKIN

  • 36 Via Balilla Milano, Lombardia, 20136 Italy (map)
  • Google Calendar ICS
Sulle tracce di John Ruskin.jpg

STILL FOTOGRAFIA, Via Balilla, 36 

Dal 9 al 14 aprile dalle 10.00 alle 20.00

Mostra fotografica di Beniamino Terraneo. Una mostra dedicata ai 180 anni dell'invenzione della fotografia con la ricerca di un autore contemporaneo che invece del digitale utilizza la tecnica del dagherrotipo.

Beniamino Terraneo ha percorso il lungo viaggio sulle tracce di John Ruskin con l’obiettivo di evocare il passato e realizzare dagherrotipi secondo la tecnica originale di Daguerre. La massificazione commerciale ha aumentato la produzione di immagini a numeri incredibili uniformando gusti e comportamenti su tutto il pianeta, Terraneo parteggia per una fotografia onesta, semplice e non sensazionale per questo produce i suoi lavori con macchine e tecniche fotografiche lente, un approccio controcorrente dove paesaggi dal fascino inalterato diventano immagini impresse dalla luce sulla lastra d’argento.

STILL FOTOGRAFIA, Via Balilla, 36 

From 9th to 14th April, from 10 am to 8 pm

Photographic exhibition by Beniamino Terraneo. An exhibition dedicated to the photography 180 years old, with the research of a contemporary author, who uses the daguerreotype technique, instead of the digital one.

Beniamino Terraneo travelled a lot on the trail of John Ruskin, with the purpose of recalling the past and realize daguerreotypes on the basis of the original technique by Daguerre. The commercial standardisation increased the numbers of photos standardising tastes and behaviours in all the planet; Terraneo cheers for the honest photography, easy and not sensational, for this produces his works with machines and slow photographic techniques, a nonconformist approach where the landscapes have unaltered allure and become images impressed by the light on silver slab.

Per ulteriori informazioni:

info@stilllove.it

View Event →
GARDENS MEMOS
Apr
9
to Apr 14

GARDENS MEMOS

  • 21 Corso San Gottardo Milano, Lombardia, 20136 Italy (map)
  • Google Calendar ICS
04-lot-web-l.jpg
-gm+-05%2C+2012.jpg
-gm+-09%2C+2012.jpg

ZEUS DESIGN STORE - Corso San Gottardo, 21/9

Dal 9 al 14 aprile dalle 10.00 alle 20.00

Mostra fotografica a cura di Alizia Lottero a cura di Still Fotografia

Nel buio, la percezione immaginaria del paesaggio. Lo sguardo di Alizia Lottero penetra l’intimità di paesaggi misteriosi, nascosti e poi ritrovati. Con fugace intensità attraversa luoghi naturali come se fossero interiori, dove le tonalità di verde e i disegni di luce sulle siepi definiscono una particolare percezione del mondo. Ciò che colpisce, nelle fotografie di Alizia Lottero, è il doppio registro espressivo che, se da un lato, conferisce al tema del giardino una connotazione antropica e culturale, dall’altro riporta l’attenzione sull’elemento empatico e interattivo della visione.

Per ulteriori informazioni:

zeus@zeusnoto.com 

info@stilllove.it

View Event →
PESCICAPO & GROSSINSETTI
Apr
9
to Apr 12

PESCICAPO & GROSSINSETTI

  • 25 Via Giuseppe Meda Milano, Lombardia, 20141 Italy (map)
  • Google Calendar ICS
insetti.JPG
capogrossi.jpg

ASSOCIAZIONE CULTURALE ARTÈ - Via Giuseppe Meda, 25

Dal 9 al 12 aprile dalle 10.00 alle 20.00

PESCICAPO & GROSSINSETTI racchiude le collezioni dalla cooperativa sociale Brikke Brakke di Livorno: FISHSIGN COLLECTION, SOUVENIRS D'ANTAN e SPLENDIDA FOBIA, realizzate con la partecipazione degli utenti del Centro Diurno “Blu Cammello” dell’Unità Funzionale Salute Mentale Adulti di Livorno.

 

La cooperativa sociale Brikke Brakke di tipo A B, nata a Livorno nel 1997 ha come obiettivo prioritario lo svolgimento di attività finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate; in convenzione con l’Azienda USL Toscana Nord Ovest gestisce il centro diurno Blu Cammello che coinvolge circa 150 utenti dell’Unità di Salute Mentale Adulti livornese. All’interno del centro diurno, la cooperativa dirige otto laboratori artigianali/artistici: falegnameria, complementi d’arredo, riciclaggio del tessuto, vetro, ceramica, serigrafia, giardinaggio e comunicazione visiva. I laboratori sono condotti dai soci lavoratori della cooperativa, maestri d’arte altamente qualificati, coordinati da un direttore artistico; le competenze sviluppate negli anni dai maestri artigiani consentono di valorizzare la creatività degli utenti partecipanti, creare con loro sinergie creative attraverso la rielaborazione di loro idee o disegni e produrre manufatti di riconosciuto valore estetico utilizzando materiali naturali e riciclati, dando vita a creazioni artigianali/artistiche originali composte da serie di oggetti unici fatte interamente a mano. 

edited.jpg

ASSOCIAZIONE CULTURALE ARTÈ - Via Giuseppe Meda, 25

From 9th to 12th April, from 10 am to 8 pm

PESCICAPO & GROSSINSETTI includes collections from the social cooperation Brikke Brikke in Livorno: FISHSIGN COLLECTION, SOUVENIRS D’ANTAN and SPENDIDA FOBIA, realized with the participation of the Centro Diurno “Blu Cammello” members of the Unità Funzionale Salute Mentale Adulti di Livorno.

The A B type social cooperation Brikke Brakke, is born in Livorno in 1997, has as priority objective the execution of activities finalized on the employment of disadvantaged people; based on agreements with the Company USL Toscana Nord Ovest, which manages the diurnal centre Blu Cammello, that involves circa 150 members of Unità Mentale Adulti in Livorno. In this diurnal centre, the cooperative directs eight artisanal/artistic labs: joiner's workshop, decorations, cloth recycling, glass, ceramic, silk-screen printing, gardening and visive communication. The labs are leaded by work business partners of cooperative, art teachers highly qualified, coordinated by an art director; the knowledge developed in the years from artisanal teachers enhance the members' creativity, create with them creative synergies through the reworked version of their ideas or pictures and create object using natural and recycled materials, giving life to artisanal/artistic original creations, composed by handmade unique objects.

Per ulteriori informazioni:

www.brikkebrakke.it   

officinaombra@gmail.com

View Event →
Apr
9
to Apr 14

Diritti alla luce - TAMassociati

  • Milano, Lombardia, 20141 Italia (map)
  • Google Calendar ICS
TamAssociati.jpg
02_Port_Sudan_©TAMassociati.jpg

Casa di Pastorale, Chiesa di Santa Maria alla Fonte

Dal 9 al 14 aprile dalle 10.00 alle 19.00

Progetti eseguiti da TAMassociati: il ruolo degli ospedali di Emergency, in 7 Paesi segnati da malattia, guerra e povertà.

Protagonista planetario del design sociale, TAMassociati è uno studio di architettura e comunicazione per il sociale. Al servizio di istituzioni, mondo non profit e realtà attenza di sostenibilità e sviluppo dei beni comuni, fa della eco-semplicità e del 'basso costo / alto valore' il cuore del proprio pensiero progettuale nel mondo.

Casa di Pastorale, Chiesa di Santa Maria alla Fonte

From 9th to 14th April, from 10 am to 7 pm

The projects are realised by TAMassociati: the role of the colour in Emergency Hospitals, in 7 countries scarred by disease, war and poverty.

TAMassociati is the global protagonist of Social Design; it is an architecture studio and communicates for the community. It is a service for the institutions, no profit world and realities, which are careful to values as equity, sustainability and development of common goods; it cares about eco-simplicity and “low cost/high value”.

Per ulteriori informazioni:

segreteria@iacc-italia.org

+39 3496637668

View Event →
Apr
9
to Apr 14

La Visione dei non Vedenti

  • Via della Chiesa Rossa Milano, Lombardia, 20142 Italia (map)
  • Google Calendar ICS
P1210496.jpg
IMG_9533+2.jpg

Casa di Pastorale, Chiesa di Santa Maria alla Fonte fuori le mura, Via S. Domenico Savio, 3

Dal 9 al 14 aprile dalle 10.00 alle 19.00

Esposizione delle opere da non vedenti durante il percorso "Il Colore all'improvviso" a cura di Valentina Fabbri, in collaborazione con Ospedale Fatebenefratelli, Istituto dei ciechi di Milano e Accademia di Belle Arti di Brera, Milano.

L'obiettivo di questa esperienza è di andare oltre la superficie luminosa e cromatica degli oggetti, dando spazio alle sensazioni che attraversano tutti i nostri sensi nel momento in cui si tocca, odora, ascolta la materia. Le opere esposte un titolo esplicativo ed esemplificativo sono parte del rendimento di laboratori condotti materiali diversi, durante i quali sono soggetto a soggetto, il tuo pensiero concettuale di "luce" e interiorizzare una prima e ben idea idea dei colori Rosso, Giallo, Blu, Nero. Il punto di partenza è la materia concreta, strumento per indagare la sensibilità e le ripercussioni, incoerenza, che il colore porta con sé. Il colore non è astratto, è un modo per definire una particolare affinità. In questo senso e per analogia, pensare di lavorare con il colore e la materia, ci permette di entrare in diretta comunicazione col nostro sentire più profondo. Le caratteristiche e ritrovamenti nella materia, anche a prescindere dalla luce. ci permette di entrare in diretta comunicazione col nostro sentire più profondo.

IMG_9543.jpg

Casa di Pastorale, Chiesa di Santa Maria alla Fonte fuori le mura, Via S. Domenico Savio, 3

From 9th to 14th April, from 10 am to 7 pm

Works exposition realized by blind people during the path “Il Colore all’improvviso”, cured by Valentina Fabbri, in collaboration with Fatebenefratelli Hospital, Blind Institute in Milan, Brera’s Fine Arts Academy in Millan.

The purpose of this is experience is go beyond the bright and chromatic object surface, giving space to the sensations, which go through our emotions at the moment in which we touch, smell and listen to the material. The artworks, exposed by way of explanation and example, are part of lab results conducted using many materials, during which the involved subjects, all blind from birth, thanks the sensations they internalized throughout their work experiences, they had the possibility to express their personal concept on “light” and internalize a first and well-defined idea of the Red, Yellow, Blue and Black. The start point is the concrete material, the instrument used to inspect the sensibility and repercussion, conscious or subconscious, that the colour brings. The colour is not abstracted or separated from the body, which releases it: every colour is a primary way to introduce the reality, which can paint the psyche with a particular humour variety and connect her to the world through particular affinities. In this sense and for the analogy, think of working with colour and material allow us to enter in direct communication with our deepest feelings. The characteristics and qualities are specific for every colour and are properties that we find in the material, irrespective of the light. This experience is thought to meet colour as the physical body, which transforms itself thanks to the light intervention.

Per ulteriori informazioni:

valentin.fabbri@gmail.com

View Event →
Apr
9
to Apr 14

Effetti biologici della luce

unnamed.jpg

Biblioteca Chiesa Rossa - Via S. Domenico Savio, 3

Dal 9 al 14 Aprile - orari: 10.00/19.00

Installazione dedicata agli effetti fisiologici e psicologici della luce, a cura di Massimo Caiazzo, IACC Italia e Aura Light Italia, Valentina Marvulli, Roberta D’Amico.

Ancora oggi è opinione diffusa che la luce serva solo "per vedere" e per questo si tende a sottovalutare la qualità della sorgente, senza pensare alle conseguenze sulla salute e sul benessere delle persone.

Studi recenti hanno evidenziato che la luce ha profondi effetti sull'organismo umano: l’occhio rappresenta il canale attraverso cui si attua l’effetto stimolante della luce e il sistema nervoso reagisce ai cambiamenti della sua intensità influendo sulla produzione di ormoni. Questo processo può essere considerato come la trasposizione nel mondo animale dei principi fondamentali della fotosintesi clorofilliana. Per questo le lunghezze d’onda mancanti nei vari tipi di illuminazione artificiale finiscono per causare una sorta di “malnutrizione” per il nostro organismo.

Mettendo a confronto due ambienti di lavoro, l’installazione vuole essere la dimostrazione del fatto che la luce artificiale ha su noi tutti effetti fisiologici e psicologici.

Il primo ambiente riproduce le condizioni che possiamo riscontrare nella maggior parte degli uffici, ospedali, scuole dove il clima cromatico e luminoso errato determina problematiche “metameriche” che contribuiscono alla dispersione delle nostre forze vitali con patologie delineate, come il mal di testa, l'irritabilità, la stanchezza  e l'acuirsi di altri disturbi.

Il secondo è invece un ambiente equilibrato, formulato in base ai principi dell’ergonomia visiva che genera un clima cromatico confortevole e continuamente cangiante.

Biblioteca Chiesa Rossa - Via S. Domenico Savio, 3

From 9th to 14th April, from 10 am to 7 pm

An installation dedicated to the physiological and psychological effect of the light, cured by Massimo Caiazzo IACC Italia and Aura Light Italia, Valentina Marvulli, Roberta D'Amico.

Even today, people think that the light is necessary only "to watch" and for this, they underestimate the quality at the source, without thinking about the consequences of people health and wellness.

Recent studies have highlighted that light has deep effects on the human body: the eye represents the duct through which realizes the stimulating effect of the light and the nervous system reacts to its intensity changes inducing the production of the hormones. This process can be considered as the chlorophyll photosynthesis’ fundamental principles transposition in the animal world. For these missing wavelengths in all the artificial illumination types, cause a sort of "malnutrition" for our organism. Comparing two workplaces, the installation wants to be the demonstration that the artificial light has physiological e psychological effect on us.

The first place reproduces conditions, which we can find in the most of offices, hospitals, schools where the chromatic and bright climate can be wrong and implicates “metameric” problems, which contributes to the dispersion of our life forces with delineated illnesses, with headaches, irritability, tiredness and the increase of other diseases.

The second one is a balanced place, expressed on the basis of visual ergonomic, which creates a comfortable chromatic climate that is continuously iridescent.

Per ulteriori informazioni:

info@auralightitalia.com

segreteria@iacc-italia.org

+39 3496637668

View Event →
Apr
9
to Apr 14

Chiaraluce

0.jpg
file-6.jpg

Porticato Micrò (Chiesa di Santa Maria alla fonte)

From 9th to 14th April

from 10 am to 7 pm

The kids of the project IN CAMPO in the Cooperative Minotauro, who worked in zone 5 in Milan, starting from the context of “Chiara Luce" as an intuitive principle, will exhibit the photographs they shoot during the lab.

From the dialogue between the kids (15-21 years old) and professionals in the field (artists, graphics, writers, poets, philosophers, photographers and artisans) is created IN CAMPO: a testing lab between photography, arts and professions. The exploration in our agricultural and urban territory, which is very interesting, is the guiding principle of the project. Through the shooting, the pictures’ choice and their interpretation, the lab offers new roads towards the knowledge of self-being. The comparison between the pictures and their reworked version, made by the authors, activate the sensibility and ideas for both. The printing press, the pages graphic, the relationship with the illustration, the research of a dialogue with narrative and poetry, create experiences and unexpected “young works”.

file1-5.jpg

Porticato Micrò (Chiesa di Santa Maria alla fonte)

Dal 9 al 14 aprile

orari: 10.00/19.00

I ragazzi del progetto IN CAMPO della Cooperativa Minotauro, che hanno lavorato sulla zona 5 di Milano, partendo dal concetto di “Chiara luce” come principio intuitivo, esporranno le fotografie realizzate nel corso del laboratorio.

Dal dialogo tra ragazzi giovanissimi (in età compresa tra 15 e 21 anni) e professionisti (artisti, grafici, scrittori, poeti, filosofi, fotografi, artigiani) nasce IN CAMPO: laboratorio di  sperimentazione tra fotografia, arti e mestieri. L’esplorazione del nostro territorio agricolo e urbano, sorprendentemente interessante da scoprire, è il filo conduttore del progetto. Attraverso la ripresa fotografica, la scelta degli scatti e la loro lettura, il laboratorio offre ai ragazzi nuove strade per la conoscenza di se stessi e delle proprie capacità. Il confronto tra le immagini e la loro rielaborazione, da parte degli autori coinvolti, attiva sensibilità e idee per entrambi. La stampa al torchio, la grafica degli impaginati, il rapporto con l’illustrazione, la ricerca di un dialogo con la narrativa e la poesia, generano esperienze e inaspettate “giovani opere”.

Per ulteriori informazioni:

https://progettoincampo.minotauro.it

View Event →
Apr
9
to Apr 14

Fruit Leather

Fruit_MURIEL (2).jpg
Fruit_MURIEL.jpg

Chiesa di Santa Maria alla fonte fuori le mura, Via San Domenico Savio, 3

  • Dal 9 al 13 aprile dalle 10.00 alle 18.00

  • Domenica 14 aprile dalle 14.00 alle 18.00

Fruit Leather é un materiale 100% organico, costituito solo da frutta e verdura e nato per far fronte alla crisi ambientale. Le qualità intrinseche di questo prodotto innovativo sono: translucenza, flessibilità e duttilità. I possibili utilizzi nel campo del design sono molteplici, dal packaging al lighting.

Chiesa di Santa Maria alla fonte fuori le mura, Via San Domenico Savio, 3

  • From 9th to 13th April, from 10 am to 6 pm

  • Sunday 14th April, from 2 pm to 6 pm

Fruit Leather is a 100% organic material, made out of waste, mixed fruits and vegetables. These products highlight the environmental Crisis we have. This innovative material is flexible, translucent and moldable, it can be applied to a variety of production such as packaging and lighting.

Informazioni:

Muriel Kai  | murielkai8@gmail.com

View Event →
Apr
9
to Apr 14

Illuminare il fantastico

01.jpg

Casa di Pastorale (Chiesa di Santa Maria alla fonte)

Dal 9 al 14 aprile - orari: 10.00/19.00

Lampade realizzate dal laboratorio “Ri-Costruzione la casa del lavoro possibile”, un progetto dell’Unità Operativa Complessa di Psichiatria, Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze dell’ASST Lodi a cura del Mosaico Servizi di Lodi.

Non c’è buio che non si possa illuminare. Gli apparecchi illuminanti ideati durante il percorso riabilitativo raccontano le diverse fasi di realizzazione dei progetti: prima l’ideazione, la progettazione e la creazione di prototipi usando materiali di recupero, infine la produzione degli oggetti in scala reale attraverso l’uso di tecniche artigianali.

Casa di Pastorale (Chiesa di Santa Maria alla fonte)

From 9th to 14th April, from 10 am to 7 pm

Lamps are realized by the lab “Ri-Costruzione la casa del lavoro possibile”, a project by Complex Operational unity of Psychiatry, Department Mental Health and Dependences of the ASST Lodi, cured by Mosaico Servizi of Lodi.

There is no darkness that cannot be illuminated. The enlightening devices are designed through the rehabilitation and they tell us the different phases for the product realization: firstly, the design, the planning and the creation of prototypes using waste materials and finally the production of the objects in full scale using artisanal techniques.

Per ulteriori informazioni:

decor.azione@fastwebnet.it

View Event →
Apr
9
to Apr 14

Il design e gli ultimi

Ultimi da 3 copia.jpg

Casa di Pastorale (Chiesa di Santa Maria alla fonte)

Dal 9 al 14 aprile - orari: 10.00/19.00

Una piccola rassegna di oggetti ricavati da riutilizzi di cose destinate alla discarica, con modifiche o semplici implementazioni a cura di Maurizio Splendore e Johnny Dall’Orto.

Esiste un Design che si rivolge agli ultimi, persone e comunità che vivono ai margini del nostro concetto di benessere tanto che spesso il loro è determinato solo da piccole cose: un po’ di luce in più, un modo più comodo di trasportare l’acqua, conservare il cibo un po’ più a lungo, difendersi dalle mine sparse loro intorno. Oggetti funzionali che ripescano tecniche e tecnologie tradizionali, anche rivisitandole e migliorandole. Quando poi questi progetti si traducono in progetti di sviluppo di microimprese, si restituisce loro una meritata dignità.

Casa di Pastorale (Chiesa di Santa Maria alla fonte)

From 9th to 14th April, from 10 am to 7 pm

A small exposition of objects obtained by thing destined to the trash, with modifications or easy implementations, cured by Maurizio Splendore and Johnny Dell’Orto.

It exists a Design dedicated to the “lasts”, people and communities who live at the fringes of our well-being concept; in fact, only small things determine their one: more light, a comfortable way to transport water, preserve food a little longer, and protect themselves from mines strewn around them. Functioning objects, which revive traditional techniques and technologies, even re-examine and improve them. When these projects translate

Per ulteriori informazioni:

johnnydellorto@fastwebnet.it

maurizio.splendore@gmail.com

View Event →
Apr
9
to Apr 14

Portare alla luce

  • Via della Chiesa Rossa Milano, Lombardia, 20142 Italia (map)
  • Google Calendar ICS
Circle of Life_La sala Etrusca_Sotterranei di Villa Torlonia_Roma_enrico de santis_.jpg

Casa di Pastorale (Chiesa di Santa Maria alla fonte)

Dal 9 al 14 Aprile

orari: 10.00/19.00

L’arte invisibile, perché non vista, messa in luce attraverso la Fotografia di Enrico De Santis. Le città Italiane nascondono, un tesoro invisibile, un patrimonio culturale e artistico che è nascosto agli sguardi.

"Portare alla Luce" l’arte nascosta usando la Fotografia è come offrire la vela al vento migliore, un vento forte che fischia da un lontano passato. La fotografia, in questo caso, usa la Luce in un duplice significato, quello fisico di energia che scrive e quello metaforico del far conoscere, del rendere visibile ciò che non lo è. Queste foto illuminano ciò che è al buio e di cui s’ignora l’esistenza, come la sala Etrusca nei sotterranei di Villa Torlonia a Roma, un luogo del quale s’ ignora ancora la vera funzione; o come il mezzanino di palazzo rosso a Genova, un piano segreto a soffitti bassi usato per convegni amorosi e feste trasgressive. Luoghi non visitabili come gli Ipogei di via Cristallini di Napoli, o come i rifugi antiaerei di Torino. Luoghi dimenticati, pieni di Storia. Capolavori sospesi nel tempo, silenziosi e che invitano al pensiero mentre la loro bellezza illumina noi. Questa mostra è un assaggio di ciò che l’Italia nasconde e insieme una provocazione verso i grandi spazi commerciali pieni di luce.  Una luce che acceca rendendo noi invisibili agli altri.

Pastorale’s House, Santa Maria alla Fonte’s Church

From 9th to 14th April

from 10 am to 7 pm

The visible art, because it’s not seen, highlighted through the photography by Enrico de Santis, Italian cities hide an invisible treasure, cultural and artistic heritage, which is hidden by the looks.

“Portare alla luce” the hidden art using Photography, is like offer the sail to the best wind, a strong wind, which whistles from a distant past. The photography, in this situation, uses Light in a double meaning, the physical one of energy that writes and metaphorical one that makes people know and see what is invisible.

These photos illuminates what is in the dark and all the thing people ignore, like the Etruscan room in the basement of Villa Torlonia in Rome, a place in which people ignore the real function; or like the mezzanine in Red Palace in Genoa, a secret floor with low ceilings used for romantic liaisons and transgressive parties. People cannot visit places like Hypogeum in Cristallini Road in Naples or like air-raid shelters in Turin. These are forgotten places, full of History. Frozen in time masterpieces, which are quiet and they invite us to think, but their beauty illuminates us. This exhibition is a foretaste of what Italy hides and also a provocation against big commercial areas, which are full of light. This light blinds, making us invisible to the others.

Per ulteriori informazioni:

info@enricodesantis.com

View Event →
Apr
9
to Apr 14

Nella nebbia con Leonardo

  • 3 Via San Domenico Savio Milano, Lombardia, 20141 Italy (map)
  • Google Calendar ICS
IMG_2497.JPG
Nella+nebbia+con+Leonardo.jpg
nebbia.jpg

Chiesa di Santa Maria alla fonte fuori le mura, Via San Domenico Savio, 3

  • Dal 9 al 13 aprile dalle 10.00 alle 18.00

  • Domenica 14 aprile dalle 14.00 alle 18.00

Installazione dedicata a Leonardo da Vinci in occasione dei cinquecento anni dalla morte; a cura di Massimo Caiazzo, in collaborazione con IACC Italia e Aura Light Italia, Fulvio Michelazzi, Diletta Evangelisti, Roberta D’Amico, Valentina Marvulli, Cristina Simen e Muriel Kai.

L'installazione segue un ideale viaggio tra ragione, corpo e spirito dal graduale passaggio verso la luce. Il percorso iniziato dall 'illuminazione viene attributo dell' intelligenza umana e conduce all 'illuminazione come essenza dello spirito. La figura di Leonardo incarnerà l'esperienza empirica. Leonardo, che è sempre dedicato all'azione dei fenomeni naturali e alla loro possibilità di applicazione nel campo delle arti visive, nel paragrafo 457 del Trattato della Pittura esprimeva così la sua visione nella nebbia:

"Quelle cose le quali saranno vedute nella nebbia si dimostreranno maggiori assai che la loro vera grandezza" .

Questo è il modo di vedere l'oggetto osservato, la definizione dei colori, rende i contorni meno netti e inganna la nostra percezione prospettica. Questa descrizione è stata pensata per il suo soggiorno a Milano, dove presumibilmente Leonardo ha avuto modo di osservare il fenomeno della nebbia.

Chiesa di Santa Maria alla Fonte (XI sec.), Via San Domenico Savio, 3

  • Dal 9 al 13 aprile, dalle 10 alle 18

  • Domenica 14 aprile, dalle 14:00 alle 18:00

L'installazione è dedicata a Leonardo Da Vinci in occasione dei cinquecento anni dalla sua morte; a cura di Massimo Caiazzo, in collaborazione con IACC Italia e Aura Light Italia, Fulvio Michelazzi, Diletta Evangelisti, Roberta D’Amico, Valentina Marvulli, Cristina Simen e Muriel Kai.

L'ubicazione segue un viaggio ideale attraverso la ragione, il corpo e lo spirito caratterizzati dal passaggio graduale verso la luce. L'itinerario inizia dall'illuminazione come attributo dell'intelligenza umana e porta all'illuminazione come essenza spirituale. La figura di Leonardo personifica l'essere umano, che raggiunge la conoscenza superiore attraverso l'esperienza empirica.

Leonardo, che si è sempre dedicato all'osservazione dei fenomeni naturali e soprattutto delle loro possibili applicazioni nelle arti visive, nel suo "Trattato sulla pittura", nel paragrafo 457, ha espresso la sua visione della nebbia:

"Quella cosa, che sarà segata nella nebbia, si rivelerà più grande della loro dimensione reale".

Questo perché la nebbia "interposta" tra l'occhio e l'oggetto considerato, i suoi colori, sembra contorni meno marcati e ingrado la nostra prospettiva prospettica.Questa descrizione dettagliato ci porta con la mente al suo soggiorno a Milano, dove probabilmente Leonardo potrebbe osservare i fenomeni di nebbia.

Per ulteriori informazioni:

segreteria@iacc-italia.org

3496637668

View Event →
Apr
25
5:00 PM17:00

TECLA ANNIBALI Respir-azioni cromatiche

  • 3 Via San Domenico Savio Milano, Lombardia, 20142 Italy (map)
  • Google Calendar ICS
Tecla.jpg

La leggerezza del respiro: colore e azione sono i protagonisti del gesto artistico che viene dal corpo per realizzare bolle di sapone con aggiunta di inchiostri colorati. Come una danza nello spazio, saremo portati a giocare con il nostro respiro e poi imprimerlo su un foglio per onorarne il ricordo e l’azione condotta nell’aria.

TECLA 03.jpg
Indaco 03.jpg
View Event →
Apr
25
1:00 PM13:00

DAN FLAVIN

  • 24 Via Neera Milano, Lombardia, 20141 Italy (map)
  • Google Calendar ICS

Chiesa Rossa, Via Neera 24 Visite guidate presso la Chiesa che ospita "Untitled", opera dell'artista minimalista Dan Flavin completata nel novembre 1996.

Il primo intervento, che è anche l’ultimo progetto concepito e disegnato da Flavin prima della sua scomparsa, consiste in un’installazione ambientale permanente: un sistema di luci da collocare nella grande navata e nei transetti della chiesa, realizzato attraverso l’uso di tubi fluorescenti di diversa lunghezza e di differenti colori.
L’installazione conferisce una dimensione metafisica al lavoro minimale dell’artista ed entra in relazione con la storica architettura degli anni Trenta dell’architetto Giovanni Muzio. Untitled continua la tradizione del dialogo tra ricerca visuale e luogo sacro, tra spazio della socializzazione rituale e spazio dell’immaginario, che da Matisse a Rothko, da Nevelson a Cucchi attraversa l’arte e l’architettura moderne e contemporanee.

flevin.jpg

Visita guidata di Giuseppe Di Napoli, Alessandro Guerriero 20 aprile e i Johnny Dall'Orto

P-DAN_FLAVIN_Giuseppe_Di_Napoli3.jpg
- Design_Sensibile-18-aprile-06672.jpg
- Design_Sensibile-18-aprile-06686.jpg
- Design_Sensibile-18-aprile-06692.jpg
- Design_Sensibile-20-aprile-06883.jpg
View Event →
Apr
20
8:00 PM20:00

SYNAESTHESIA - Sessione musicale

SYNAESTHESIA - Sessione musicale a cura di Massimo Caiazzo, Scenografia di Fulvio Michelazzi, Marco Rizzuto  

A5

musica di Maurizio Pisati in fuga tra i colori. Un pensiero per Alekandr Skrjabin.

CONCERTO SINESTETICO

Due romanze di Alessandro Skrjabin, sulla corrispondenza tra note e colori Alfredo Arcobelli al corno, Elena Piva all'arpa, Engjellushe Bace al violino

COLORI ODYSSEY

colori, performance audio / video dal vivo, Martino Nencioni e Flavio Scutti

View Event →